Storie Libera-Te

Non siamo le violenze che abbiamo subìto, siamo il coraggio con cui le abbiamo affrontate

Autore: FuoriGenere Pagina 1 di 4

“L’altezza del papavero”: storia della mia famiglia che credevo felice.

Fino ai 13 anni ho vissuto in una famiglia che generalmente verrebbe definita “perfetta”: dei genitori amorevoli e presenti, un fratellino in arrivo, tanti amici e i primi amori adolescenziali. Piccoli vizi e dei genitori che lavoravano sodo, senza farmi mancare nulla. A 14 anni scopro, sintetizzando, che nonostante l’arrivo del mio fratellino le cose…

Leggi tutto »

Lui era bellissimo e io non capivo perché corteggiasse proprio me…

L’ho conosciuto quando avevo appena compiuto ventuno anni.. bellissimo.. la mia amica del cuore, bellissima anche lei, era gelosa e si vedeva.. io mi chiedevo come mai invece corteggiasse proprio me… c’è poco da dire… Numerosi tradimenti… Ogni volta che ho avanzato sospetti mi ha picchiata… per Sonia mi ha spaccato il sopracciglio… per Filomena…

Leggi tutto »

Storia triste

Avevo 15 anni e un trascorso burrascoso a causa dei miei problemi di salute. L’anno precedente avevo subito un intervento al midollo, la mia vita era un po’ limitata come ancora oggi.Mi innamorai perdutamente di un ragazzo poco più grande di me.Ero piccola, ma avevo tanto amore da donare, insegnato da mia madre.Era una favola…

Leggi tutto »

Giorni precari

Giorni precari. Giorni precari resi, se possibile, ancora più precari. Traslochi e silenzi e vuoti. Se costretta, trasloco in silenzio i miei vuoti. 32 anni senza radici.32 anni di rami esili ed equilibrismi per non cadere a terra, buttata giù dal vento – ed il vento è stato forte. Un’innato istinto vitale alla sopravvivenza. L’unica…

Leggi tutto »

Paura

Sono una ragazza di 28 anni. Dentro me sento una gran paura nei confronti degli uomini. Nessuno mi ha mai alzato le mani ma tempo fa ho avuto un episodio che un ragazzo voleva per forza farlo senza rispettare il fatto che io non volessi. Ho una situazione a casa abbastanza complicata , mio padre…

Leggi tutto »

Ci vuole coraggio e libertà per uscire da schemi e modelli di vita imposti e comodi, io sono sempre andata controvento e questa volta sono stata ripagata

“Io dalle mie montagne vedo il mare” è una frase alquanto retorica e la retorica non mi appartiene. Sono pratica e diretta diventando a volte quasi arrogante nella mia schiettezza, ma devo ammettere che nella mia seconda fase ogni tanto mi ritrovo anche enfatica. Vi voglio raccontare la mia pace, sono finalmente in quiete con…

Leggi tutto »

Veleno e antidoto: detesto me stessa perché c’è qualcosa che mi sfugge

Veleno e antidoto: osservo troppo in profondità, non comprendo ciò che vedo, parafrasi di questa inconcludente ricerca è il mio corpo.Vedo nero dentro, dipingo di nero anche il fuori.Il mio senso potenziato è il sentire stesso, e come un cieco ode e annusa più forte degli altri, dentro di me, tra la cassa toracica e…

Leggi tutto »

La Biblioteca delle Donne

Nacque come una sfida. Quella di proporre la conoscenza e lo studio di scrittrici da sempre ignorate dal canone letterario tradizionale. Generazioni di studentesse e di studenti hanno studiato su antologie che hanno sistematicamente ignorato la presenza femminile relegandola ad alcune pagine “dedicate”, lasciando passare il messaggio della loro inesistenza e scarsa incidenza. Dalla primavera…

Leggi tutto »

Illustrazione: Giulia Rosa

Non ho mai avuto dubbi su cosa volessi fare da grande: dicevo “l’astronauta!” da bambina e quindi, seguendo un’inclinazione naturale, mi sono ritrovata a viaggiare fra le galassie dell’anima umana

Sono una terapista della riabilitazione psichiatrica e per me questo lavoro non è stata una scelta o semplicemente una passione, ma una vocazione. Qualcosa che ha a che fare più con qualcosa di sacro, delicato, profondamente rispettoso e libero da ogni etichetta. Queste le qualità che ha per me la relazione con il paziente e…

Leggi tutto »

Mi sono ritrovata a rivestire un unico ruolo, quello di compagna. Pulizie, cucina, lavori in casa. E mi sta stretto.

È un po’ che rimando questa cosa di scrivere, perché quando inizi a mettere in ordine i pensieri e li fai diventare parole è come se quello che hai in testa prendesse forma e diventasse vero, e devi iniziare a farci i conti. Da brava distanziante non a caso ho le mie strategie che tutto…

Leggi tutto »

Pagina 1 di 4

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén